WWW.SCUDETTOMONDIALE.IT PASSIRIO MERANO WWW.SCUDETTOMONDIALE.IT
CAMPIONATO SERIE A SUD AMERICA
STIPENDI 366.100
SPONSOR 370.000
ULTIMO ACCESSO 22/07/2020 alle ore 14:13
DATA ISCRIZIONE 01/02/2016
LA STELLA GIANLUCA STOCCO CD 891
VALORE SQUADRA 18.381.440
ETA' MEDIA GIOCATORI 28.9
MEDIA TOP 11 855
RANKING MONDIALE 137° POSTO
RANKING CONTINENTALE 19° POSTO
Passirio Merano

PASSIRIO MERANO

COMUNICATI STAMPA DELLA SQUADRA
22/07/2020 - Fine della storia
Come preannunciato nel comunicato precedente, oggi termina la storia societaria in questo giochino. Nessun trofeo, ma poco male: ci siamo divertiti, ed è quello che conta. Magari in futuro, se potremo e se ci sarà permesso dai gestori, rientreremo.
In bocca al lupo a tutti e buona RL!
P.S. ho messo in vendita alcuni giovini a prezzo simbolico, mi farebbe piacere se continuassero la loro carriera :-)

30/06/2020 - il 22 luglio p.v. il Passirio si ritira
E' giunta l'ora, che mai pensavamo sarebbe giunta. Impegni sempre più onerosi in real life ci impediscono di seguire questo giochino, secondo noi molto bello, ben strutturato e ben gestito (i complimenti allo staff sono doverosi), con l'unico difetto di essere un pay per win (so che quest'ultimo aspetto è necessario per mantenere il gioco stesso per cui non mi permetto di contestarlo).
A questo punto il Passirio Merano concluderà la sua stagione di serie B, che tra l'altro è una cavalcata inarrestabile come non ci succedeva dalla serie E :-) (anche se ci piace vincere facile: abbiamo gli stipendi più alti della serie). In bocca al lupo e buon proseguimento a tutti!
Valermarc

01/05/2020 - Serie A come il peperoncino
Con la sconfitta casalinga odierna Passirio Merano retrocede matematicamente in serie B in questa stagione 55, dopo una sola (e la sua prima) stagione in serie A. Così commenta il presidente:
"Fino quasi alla fine del girone di andata abbiamo cullato la speranza di poterci salvare, ma poi i nostri concorrenti hanno fatto alcuni acquisti che li hanno fortemente rinforzati, e a quel punto abbiamo deciso di lasciare stare la competizione. Come è stata questa prima esperienza? Davvero terribile! Alcune squadre sono di un altro pianeta, ma anche quelle "umane" sono aggueritissime, non ti perdonano nessun passaggio a vuoto e sfruttano spietatamente i punti deboli dell'avversario. Se vogliamo tornarci? Beh certamente, già dalla prossima stagione riproveremo a salire. Alla fin fine, la serie A è un po' come il peperoncino: la prima volta che l'assaggi ti ustioni, ma quando ti ci abitui ti piace."

19/02/2020 - ma che ci andiamo a fare in serie A?
Dopo 9 stagioni consecutive in serie B, Passirio Merano ottiene un inaspettato 4 posto in classifica e viene promosso in serie A per la prima volta nella sua storia. Mentre i tifosi in strada festeggiano, è il presidente a parlare e a reffreddare di molto gli entusiasmi.
"Diciamo la verità: non preventivamo di salire. Durante la stagione, una volta acquisita la certezza della salvezza, abbiamo venduto molti big. Ma lo stesso ci sono state una serie di congiunture favorevoli che ci ha mantenuto in zona promozione, e va anche detto che i nostri avversari diretti sembravano a loro volta giocare a ciapanò. E hanno "vinto" loro! Ora saliamo con la piena consapevolezza di non essere pronti per la serie A. Vedremo se riusciremo a fare qualcosa col mercato: l'obiettivo minimo è retrocedere con onore."

23/01/2019 - salvezza tranquilla stagione 49
Con diverse giornate di anticipo, la squadra del Passirio Merano festeggia ancora una volta la raggiunta salvezza in questa serie B. Come sempre è il presidente che commenta la stagione che sta per concludersi.
"E' stata una stagione un po' anomala: due squadre hanno abbandonato, altre due si sono presto rassegnate alla retrocessione, e altre ancora hanno concentrato la loro attenzione sulla coppa di lega, trascurando quindi un po' il campionato. Tutto questo ha sicuramente favorito il nostro cammino verso la salvezza."
"I tifosi vorrebbero qualcosa di più? Dobbiamo stare coi piedi per terra: al momento la serie B è la nostra dimensione; per salire e rimanere in serie A dobbiamo ancora crescere, sia come società sia come finanze. Non do dei tempi: procederemo per gradi".

12/10/2018 - Commento serie B Sud America a metà stagione 48
Siamo al giro di boa ed è il momento per un primo bilancio di questo campionato di B del Sud America, che come in tutte le serie medio-alte prevede sempre un grosso equilibrio, e richiede un notevole impegno da parte di tutte le squadre.
Comanda la classifica Barlafus, forte di un vantaggio di 5 punti su Real Torva in seconda piazza, e di ben 8 punti sul quinto posto. Barlafus è chiaramente in vantaggio sulle altre squadre per la vittoria del girone, e comunque andrà quasi certamente ad ottenere la promozione in serie A, da dove è appena retrocessa.
Dietro la capolista si è formato un gruppo di inseguitrici composto da cinque squadre, e cioè Real Torva, la neo-promossa Real Celenza (sicuramente la sorpresa stagionale), AC Pignano, FC Mathiger e, leggermente indietro, l'altra neo-retrocessa Vallottus FC. Molto probabilmente le altre tre squadre che saranno promosse in serie A proverranno da questo gruppo.
Vi è poi un ulteriore grosso raggruppamento composto da sei squadre (Sporting Borgaro, La Capannina FC, AC Roller, Stalla Rossa, Passirio Merano e Dinamo Etruria) compresse in soli cinque punti. Sebbene la loro distanza dalla zona promozione non sia proibitiva (Sporting Borgaro è a 4 punti dal quarto posto), difficilmente queste squadre potranno inserirsi nella lotta per la promozione. Allo stesso tempo, però, esse hanno un margine rassicurante sulla zona retrocessione: ben 8 sono infatti i punti di vantaggio della quint'ultima in classifica (Dinamo Etruria) sulla quart'ultima (Atletico Sbronzoni). E in effetti la situazione in classifica delle attuali ultime quattro sembra molto problematica: qualche speranza ce l'hanno ancora Atletico Sbronzoni e Tottenham Hotspurs, mentre probabilmente Campino e Green River si sono ormai rassegnate alla retrocessione in C, avendo già rispettivamente 14 e 15 punti di distacco dal quint'ultimo posto. Va anche notato come, Real Celenza a parte, tutte le neo-promosse dalla C stiano soffrendo, dato che al momento le ultime cinque posizioni in classifica sono occupate da cinque neo-promosse. Questo conferma come la prima stagione dopo una promozione sia sempre molto difficile da affrontare.
Può essere anche interessante valutare le situazioni di classifica rispetto agli stipendi sostenuti, tenendo presente che questa è una foto di adesso, che non tiene conto di compravendite magari effettuate da poco. Real Torva appare essere una delle squadre col miglior rapporto prestazioni/stipendi, dato che è al secondo posto nella classifica dei punti, e solo al sesto posto per stipendi pagati. Bene anche Barlafus (prima in classifica ma quarta per stipendi) e La Capannina (ottava in classifica e decima per stipendi). Male invece AC Roller (nona in classifica ma quinta per stipendi), AC Pignano (quarta in classifica, ma con gli stipendi più elevati della serie), Mathiger (quinta in classifica e seconda per stipendi pagati) e Passirio Merano (undicesima in classifica ma settima per stipendi).
E con questo è tutto! Buon campionato a tutti i cogironisti!

27/08/2018 - Salvezza stagione 47
Col pareggio odierno contro la forte La Capannina, ancora in corsa per la promozione in serie A, e approfittando della contemporanea sconfitta di Elfralubia, Passirio Merano raggiunge la matematica salvezza in serie B. Salvezza più tranquilla di quella thrilling della scorsa stagione, ma comunque non semplicissima. "E' vero", afferma il presidente, "abbiamo sofferto un po' di più di quanto pensavamo, ma alla fine ciò che conta è che ce l'abbiamo fatta."
Iniziano ora i preparativi per affrontare la prossima stagione di serie B. "Punteremo ad una salvezza ancora più tranquilla di questa" afferma il presidente. "Invece per la serie A è meglio non pensarci nemmeno, non siamo ancora pronti per il grande salto".

14/06/2018 - bilancio primo campionato serie B
La stagione 46 va in archivio con una soffertissima salvezza in questo primo campionato di serie B della storia della società. Il bilancio lo traccia il presidente in questa intervista.
"Nella stagione 45 siamo stati promossi dalla serie C alla B senza averlo preventivato, e questo ha un po' scompaginato i nostri piani, non eravamo pronti. Abbiamo acquistato alcuni giocatori di categoria, senza però perdere di vista il bilancio. E la stagione 46 è stata divertente ma dura. Abbiamo navigato quasi sempre tra il terz'ultimo e il quart'ultimo posto, combattendo punto su punto con i nostri avversari diretti, Campino e Yseo. Solo alla fine siamo riusciti a risalire sopra la zona retrocessione. Dovremmo sempre giocare di lunedì, martedì e mercoledì, come fatto in queste ultime tre giornate di campionato: sono arrivate tre vittorie di fila, ci ha portato bene."
"La difesa da rivedere? E' vero, in questa stagione abbiamo sfiorato quota 100 gol subìti. La squadra ha spesso ceduto mentalmente una volta preso il primo gol. Ma non ho davvero nulla da rimproverare ai ragazzi, spesso giocavamo contro squadre di caratura superiore."
"Programmi per la stagione 47? Abbiamo già iniziato con alcune compravendite che alla fine dovrebbero permettere di rinforzare un poco la squadra. Il bilancio resta comunque la priorità, per cui gli stipendi rimarranno contenuti. Anche questa stagione puntiamo alla salvezza".

30/03/2018 - senza parole
Così è rimasto il presidente alla visione della classifica finale del campionato di serie C in questa stagione 45: i meranesi sono quarti e quindi promossi in serie B. Ecco cosa ha poi aggiunto nell'intervista rilasciata alla nostra redazione.
"Siamo partiti per salvarci con tranquillità e per salvaguardare il bilancio. Dopo aver messo in cascina i punti salvezza abbiamo iniziato a vendere i pezzi pregiati, rimpiazzandoli con giocatori un po' meno forti. Come risultato, abbiamo nettamente calato le nostre prestazioni rispetto a quelle iniziali.
Nonostante ciò siamo sempre rimasti in zona promozione, grazie ad un misto di (gran) buona sorte in molte partite e di perizia del nostro allenatore. Poi, il calo (o il mancato recupero) dei nostri avversari più diretti per la promozione (Emanuele Giusini e Juventude su tutti) ci ha regalato questo quarto posto incredibile e forse nemmeno tanto meritato. Senza dimenticare che in tutto ciò abbiamo fatto anche un ragguardevole cammino di coppa Italia di serie C, dove siamo stati eliminati solo ai quarti di finale.
Ora ci presentiamo in serie B con una squadra progettata e costruita per una tranquilla salvezza in serie C. Evidentemente dobbiamo rivedere (alla svelta) la nostra strategia, e provare a rinforzarci in extremis. Non vorremmo fare le comparse in serie B, ma dobbiamo guardare sempre al bilancio, per cui valitiamo anche l'ipotesi di restare così e amen."

03/01/2018 - stagione 44, prima in C: salvezza soffertissima
Con una giornata di anticipo, nonostante il secco 0-4 subito contro la capolista Stalla Rossa, i meranesi ottengono la matematica certezza della salvezza in serie C. Dopo le prime 8-9 giornate nessuno avrebbe probabilmente scommesso su questo traguardo: il Passirio Merano languiva infatti all'ultimo posto con un solo pareggio e molte sconfitte. Poi, piano piano, è iniziata la scalata, che solo pochissime giornate fa è stata coronata dal raggiungimento della quota salvezza.
Il presidente meranese, pur soddisfatto del traguardo insperato, getta comunque acqua sul fuoco dell'entusiasmo dei tifosi. "La nostra salvezza è certamente dovuta all'impegno del nostro mister e ad alcune sue felici decisioni nel fare la formazione. Ma è anche dovuta ad altri fattori. In alcune partite siamo stati fortunati: ad esempio negli scontri diretti contro Atletico Senago i risultati positivi (vittoria di misura e pareggio) sono venuti grazie a pochi decimali favorevoli. Altri avversari hanno temporaneamente abbandonato il gioco (pensiamo ad esempio a Team Rossonero), e per questo, pur avendo una rosa superiore alla nostra, ci sono finiti alle spalle. Per la prossima stagione abbiamo acquistato alcuni rinforzi grazie ai quali puntiamo a fare meglio, cioè a salvarci senza dover attendere le ultime giornate".